• Valentina Poletti

Il vero motivo per cui aiutiamo gli altri

Presumibilmente siamo esseri empatici. L'empatia ci da non solo la capacita' di renderci conto razionalmente del dolore, piacere, o altro stato emotivo dell'altra persona (la cosiddetta 'empatia fredda' o simpatia), ma in piu' ci da la capacita' di immedesimarci in maniera vera e propria nei panni dell'altra persona, ovvero di sentire quello che essa sente, dolore se sente dolore, piacere se sente piacere, o altri stati emotivi specifici. Questo secondo aspetto e' spesso definito 'empatia emotiva', ed e' un'aspetto che si e' evoluto per renderci esseri sociali.. Essendo esseri che ricercano il piacere ed evitano il dolore, agiamo quindi per migliorare la situazione dell'altra persona in modo da toglierla dal dolore, per togliere noi stessi dal dolore. Questa e' la situazione ideale, ovvero l'aspetto 'luce' - di cui siamo consci - per cui aiutiamo gli altri. Ma noi umani siamo ben lontani dall'ideale, e spesso oltre ai motivi consci vi sono dei motivi subconsci (ombre) per cui agiamo. Innanzitutto non sempre o tutti siamo in grado di provare empatia, soprattutto empatia emotiva. Le persone con disturbo di cluster 'B' ad esempio, ovvero narcisismo, psicopatia e sociopatia, non possiedono la capacita' di provare empatia emotiva, e le persone con tendenze verso queste personalita' spesso hanno una capacita' empatica limitata. Esse arrivano a rendersi conto attraverso il ragionamento dello stato emotivo in cui si possono trovare le altre persone, ma non ad immedesimarsi ( o a farlo in maniera limitata ) nel loro dolore, piacere, eccetera. Hanno empatia fredda ma non emotiva. Per questo motivo le loro azioni tendono a non considerare lo stato emotivo dell'altro e a volte ad aggravarlo. Ma allora perche' tali persone aiutano gli altri? Nel caso specifico di queste persone, ad esempio nel noto caso del narcisista di tipo 'covert' o nascosto, esse tendono ad aiutare gli altri per il motivo subconscio (ombra) di ottenere l'approvazione e la stima degli altri. Tali individui arrivano a dipingersi come paladini della giustizia e della moralita', spesso svolgendo un ruolo di pilastro della comunita', per ottenere tale scopo, e tutto cio' a livello subconscio. Ma se si vede come queste persone trattano dietro le porte di casa chi loro sta piu' vicino (ad esempio figli, animali domestici, partner), si vede una storia molto diversa, si vede la vera natura di tali persone. L'altro motivo ombra molto comune per cui aiutiamo le altre persone e' per tentare di guarire indirettamente i nostri traumi. "L'inguarito che tenta di guarire l'inguarito", o meglio "la persona che non sa nuotare, che tenta di salvare una persona che annega": questo e' tipicamente il caso ad esempio delle persone codipendenti. Quando ci troviamo ad aiutare gli altri perche' ci da fastidio la situazione in cui essi si trovano o i loro comportamenti: ci ritroviamo a voler cambiare gli altri, o situazione esterna, e a volte addirittura a cercare tali situazioni per poterle cambiarle. Cio' perche' tali situazioni, comportamenti o persone innescano dei nostri traumi irrisolti, e anziche' andare ad integrare direttamente i nostri traumi, tentiamo di 'sistemare' cio' che li innesca dall'esterno. E' di nuovo il classico caso in cui tentiamo di cambiare lo specchio, perche' non ci piace cio' che vi vediamo riflesso. Solo che non e' cambiando lo specchio che miglioriamo le cose, anzi spesso anche se in apparenza ci puo' sembrare di fare del 'bene', le nostre azioni hanno un'effetto dannoso poiche' provengono da uno spazio di ombra. Non e' un caso che Ghandi ha detto "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo": e' letteralmente cosi'. Soltanto integrando i nostri aspetti ombre ed evolvendoci, in automatico attraverso la nostra energia influenziamo il mondo che ci circonda in maniera positiva, perche' agiamo da uno spazio di 'luce'. Non e' necessario quindi 'sforzarsi' o 'impegnarsi' per cambiare il mondo, basta semplicemente cambiare se stessi. Vi sono sicuramente molti altri motivi ombre per cui aiutiamo le persone, ma questi sono i due principali che mi vengono in mente.

30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2016-2020 Valentina Poletti. All Rights Reserved - No. 25, Alley 441, Lane 150, Section 5, Xinyi Road, Taipei City 110

 Terms and Conditions - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer